martedì 4 agosto 2009

Riposa in Pace john, ci mancherai.

Uno schizzo di biro rabbiosa durante i 30 secondi di fermata del semaforo.


Questa volta non ce l'ha fatta nemmeno lui. Lui che ha sconfitto divinità, giganti e la morte stessa...non ha potuto far altro che soccombere. Quello che mi manda in bestia è che non è stato ucciso dal "grande capo", dalla "Nuovo Mattino", da qualche amante infuriata o chissà chi. No. E' stato ucciso da qualche burocrate che di punto in bianco gli ha detto: "John...sei il miglior fumetto italiano in circolazione...ma non rientri nei miei piani di budget". Poi il buio. Che dire? Disegnatori, copertinisti e sceneggiatori hanno potuto fare poco o nulla...figuriamoci noi semplici appassionati che puntuali ogni mese assaltavamo l'edicola per poter leggere prima degli altri il nuovo numero e poterlo commentare sui forum.... potete seguire la cosa sui vari blog e su comicus. La notizia della chiusura prematura è stata un fulmine a ciel sereno....e preso alla sprovvista...in una pausa ad un semaforo....non ho potuto non schizzare con la biro blu un misero tributo a John.
Ci mancherai.

PS: Roberto e Lorenzo....Lucca è con voi!!!!!

1 commento:

il Dave ha detto...

Mancherà a tutti, credo. Si trattava pur sempre di uno dei più bei fumetti italiani.
Ma è il modo in cui se ne va che fa rodere ancora di più.